X Factor 11 la conferenza stampa


Tutte le dichiarazioni raccolte nel corso della presentazione dell'undicesima edizione del talent show in onda su Sky Uno dal 14 settembre.

Milano. Dopo la serata spettacolo con cui la piattaforma Sky ha annunciato i palinsesti autunnali, è la volta della presentazione del talent show per eccellenza di Sky Uno. A svelare tutte le novità dell’edizione ai nastri di partenza di X Factor 11 sono: Alessandro Cattelan riconfermato conduttore e i quattro componenti della giuria, Fedez, Manuel Agnelli, Mara Maionchi e Levante. Intervengono anche i vertici della piattaforma satellitare.

Seguite con noi la conferenza stampa che è iniziata con notevole ritardo.

“È il momento di avere coraggio e di lanciarsi verso un nuovo inizio, è il momento di crederci e di provarci. Adesso bisogna mettersi in gioco, sul serio, grazie alla musica perché la musica racconta chi siamo, il nostro desiderio di libertà e la necessità di rimanere noi stessi sfidando il futuro” recita Cattelan nel video introduttivo alla conferenza stampa, guardando alcune immagini tratte dalle prime puntate.

Da qualche estratto di esibizione sembra proprio che il talento non mancherà e, come dice la Maionchi a un concorrente giovanissimo “dalla cameretta sei uscito bene”. Non vogliamo rivelarvi troppo in dettaglio i nomi dei concorrenti di cui abbiamo potuto vedere delle esibizioni, ma da questo montaggio intuiamo che ci saranno storie e timbri vocali in grado di farsi notare. C’è spazio, però, anche per le risate.

Apre la conferenza stampa Andrea Scrosati, Executive Vice President Programming, Cinema, Entertainment, News & Partner Channels – Sky Italia “si sono presentati 500.000 ragazzi in tutti questi anni; l’unico tema è saper cantare e ogni volta che vai a quei casting si vede un pezzo del nostro Paese”.

Gli fa eco Nils Hartmann, direttore delle produzioni originali Sky “questo è un racconto che cerca un prodotto musicale. Ci saranno più inediti, che segnano il percorso artistico e verranno proposti già dalla quinta puntata. Abbiamo anche due partnership importanti: spotify e RTL, con quest’ultimo che realizzerà la diretta radiofonica per chi vuole seguire X Factor mentre è magari in auto”.

 
Lorenzo Mieli di FremantleMedia prosegue il discorso su quanto X Factor di Sky voglia “contribuire a tirar fuori una generazione di cantanti, ma anche cantautori. Credo che c’è una generazione tra i sedici e i vent’anni interessantissima, non solo nel campo musicale. Non è vero che questi giovani sono solo incollati ai social. Noi facciamo televisione certo, ma da sempre diciamo che supportati dalle major e dagli artisti dobbiamo continuare a seguire chi è passato da X Factor. Devono riuscire a sfondare nel mondo della musica reale. X Factor non è un programma musicale, ma un progetto musicale”.

Scopriamo che rispetto all’anno scorso si è andati in molte più città per i casting. Inoltre ben 16 Paesi sono rappresentati con canzoni in spagnolo, francese e arabo e nelle prime tre puntate tutto ciò lo si vedrà.

Nelle puntate 4 e 5 dei bootcamp i giudici dovranno effettuare scelte difficili. Anche i concorrenti sono stati messi più sottostress. Ed infatti, essendo i ragazzi più preparati, è stata introdotta l’assegnazione 24h prima rispetto all’esibizione.
La parola adesso a Cattelan che scherza su come stia crescendo, avendo iniziato a condurre il programma quando aveva trent’anni. “Gli ingredienti ci sono tutti, sarà una grande stagione”. 
“Non sarò molto diversa dalla mia vita, mi auguro che i ragazzi saranno pronti a lavorare strenuamnete” dice la Maionchi.
Manuel Agnelli sottolinea, dal canto suo, quanto sia contento per la presenza di Levante, “una ragazza giovane, che proviene dall’ambiente molto simile al mio. Il programma ha certo la responsabilità dei numeri, ma anche di informare su quest’arte. Mara è una sicurezza, quando arriviamo stanchi sappiamo che c’è lei”.
Con emozione interviene Levante: “la vera novità per me è Mara, Federico e Manuel li conoscevo, non sapevo cosa aspettarmi da lei, ma è facile volerle bene. Tutti i professionisti che lavorano a questo programma mi hanno messo a mio agio. La musica la fa da padrona e sono rimasta stupita dalla verità di questo programma, io ho avuto carta bianca su tutto“.
Con l’humor insostituibile, dallo schermo e direttamente arriva da Zibido San Giacomo, tra le mucche, Elio che condurrà “Strafactor che inizia dove finisce X Factor. Gli artisti eliminati saranno presi come una sorta di riciclatori dell’organico, ma ci saranno anche delle scelte nuove”. Lo Strafactor parte il 5 ottobre.

Si torna a parlare degli inediti, elemento che appartiene solo all’X Factor italiano. Ripetere meccanismi collaudati darebbe certo sicurezza, però questa novità di inserirli nella quinta puntata aiuta a renderli più centrali, diventando un po’ il giro di boa per i ragazzi che in quella fase saranno otto concorrenti. Quest’anno insieme al brano produrremo anche il videoclip. Il pubblico e gli addetti ai lavori certo non conoscono ancora i protagonisti, bisognerà vedere almeno le prime due puntate. Tanti concorrenti si presentano come autori e lavoreranno insieme ai loro ‘mentori’.

Si stuzzicano i dirigenti sulla scelta di avere solo artisti italiani in qualità di giudici: “la giuria è una parte televisiva importante, ma proprio per realizzare un progetto musicale, è importante che ciascuno di loro rappresenti la musica di cui è stato protagonista e supporti i concorrenti durante e dopo la diretta. Nel caso di Levante siamo arrivati anche fin troppo tardi rispetto alla musica indipendente da cantautrice che lei rappresenta”.

Ma cosa non vogliono vedere i giudici sul palco? Levante è decisa: “non mi piacciono le imitatrici di Whitney Houston”‘.

Manuel Agnelli, dal canto suo, “io spero sempre di non vedere persone che recitano il proprio ruolo, anziché viverlo”. La seconda cosa sono i genitali” scherza causticamente.
“La statistica ci porta a pensare che portare i brani dei giudici porti male” afferma perentoriamente Fedez; conclude la Maionchi: “io spero di non rivedere il passato”.
Appuntamento a domani in prima serata su Sky Uno.